Strumento urbanistico

  • Servizio attivo

Piano Regolatore Generale comprensivo delle norme di attuazione


A chi è rivolto

ai professionisti e a tutti coloro che sono coinvolti nella pianificazione e gestione del territorio comunale. A tutti i cittadini e professionisti che hanno necessità di verificare il Piano Regolatore Generale Comunale

Descrizione

Il piano regolatore generale comunale è uno strumento urbanistico di pianificazione territoriale che regola l’attività edificatoria all’interno di un territorio comunale, di cui ogni comune italiano deve dotarsi, ai sensi di legge
Può esser redatto da un singolo comune o da più comuni limitrofi e contiene indicazioni sul possibile utilizzo o tutela delle porzioni del territorio cui si riferisce. Non è obbligatorio, ma ove la legge lo imponga i comuni italiani sono tenuti a nominare i progettisti entro 3 mesi dalla data in cui essa sorga, e ad adottare il piano nei successivi 12 mesi e a presentarlo alla regione italiana di competenza per l’approvazione entro due anni dalla data del decreto che ha disposto l’obbligatorietà. Ha validità a tempo indeterminato, sino alla sua sostituzione o modifica
Contenuti del P.R.G.
L’art. 7 della legge “fondamentale” n. 1150/42, stabilito che il P.R.G. deve essere esteso a tutto il territorio comunale, ne fissa i contenuti:
• rete delle principali comunicazioni stradali, ferroviarie, navigabili e relativi impianti;
• zonizzazione del territorio comunale;
• aree destinate a formare spazi ad uso pubblico;
• aree da riservare a edifici pubblici o di uso pubblico;
• vincoli da osservare nelle zone a carattere storico, ambientale, paesistico;
• norme per l’attuazione del piano.
Per integrare questo elenco ricordiamo che la legge n.765/1967 introduce altre disposizioni relative a:
• limiti inderogabili di densità edilizia, altezza, distanza tra i fabbricati, ecc.;
• obbligo di riservare nelle nuove costruzioni appositi spazi per parcheggi in misura di 1 m² ogni 20 m³ di costruzione (in seguito elevati a 2 m² ogni 20 m³);
• al di fuori dei centri abitati devono essere osservate determinate distanze a protezione del nastro stradale.
Il P.R.G. può essere espresso mediante tre sottolivelli di pianificazione territoriale che sono: Piano strutturale Comunale (P.S.C.), Regolamento Urbanistico ed Edilizio (R.U.E.), Piano operativo Comunale (P.O.C.).
In generale un P.R.G. è formato dai seguenti elaborati:
• cartografia in scala opportuna;
• testo delle norme tecniche di attuazione;
• relazione illustrativa.
L’insieme della cartografia può essere costituito da:
• tavola d’inquadramento del P.R.G. nel contesto regionale (scala 1:25000 o 1:50000);
• una o più tavole dell’intero territorio comunale (scala 1:10000 o 1:5000);
• una o più tavole relative al centro edificato (scala 1:2000 o 1:1500);
• altri elaborati per eventuali indicazioni di dettaglio (scala 1:1000).

Il Piano è stato adottato con deliberazione di C.C. n. 2 del 14.01.1998 approvato da Regione Liguria con D.P.G.R. n. 51 del 03.04.2002

Copertura geografica

Territorio Comunale

Come fare

Cosa serve

per consultazioni visitare PUC On Line

Cosa si ottiene

P.R.G. comune di Cisano sul Neva

Tempi e scadenze

Nessuna

Quanto costa

nessuno

Accedi al servizio

ufficio tecnico

Oppure, puoi prenotare un appuntamento via email o telefonicamente.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Unità Organizzativa responsabile

ufficio edilizia privata ed urbanistica

Argomenti:

Ultimo aggiornamento: 07/02/2024, 17:27

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Rating:

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Icona